Senza Filtro -San Martino - Fondazione Carivit

Restaurato il chiostro
dell'abbazia cistercense

Viterbo 31 - agosto - 2004
Si sono recentemente conclusi i lavori per il restauro del Chiostro dell’Abbazia Cistercense di S. Martino al Cimino, promossi dalla Confraternita del SS. Sacramento e S. Rosario, con il sostegno delle FONDAZIONE CARIVIT.

Il Chiostro, di cui rimane oggi soltanto una piccola parte, risale al 1244, ed in origine era su due piani con duplice galleria illuminata da archetti su colonne semplici, alternate a colonne binate.

L’intervernto, realizzato dal restauratore Mariano Marziali e dalla ditta Bernini Alfredo per le opere murarie, sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici del Lazio, ha visto il recupero dei materiali lapidei che costituiscono le colonne e gli archetti ancora esistenti del chiostro medievale. Sono stati, inoltre, bloccati i processi di degrado in atto, eliminando gli elementi non corrispondenti con le caratteristiche dell’epoca.

La realizzazione di questo importante intervento è stata resa possibile grazie alla sensibilità della FONDAZIONE CARIVIT che ha ritenuto valido poter sostenere la meritoria iniziativa proposta dalla Confraternita del SS. Sacramento e S. Rosario di S. Martino al Cimino per il recupero di questo bene che costituisce una tra le più suggestive testimonianze storico-architettoniche del nostro Territorio.
31- agosto 2004 - www.tusciaweb.it