Senza filtro-Incontro di esponenti di An
Bonatesta accusa il comune di Blera
"Ad oggi non ha detto no al progetto di Rai Way"

Viterbo 14 - settembre - 2004
Si è svolto questa mattina, a Blera, l’annunciato incontro promosso dagli esponenti locali di Alleanza Nazionale, tra i rappresentanti del circolo territoriale, i consiglieri comunali di An, il commissario del circolo Alberto Meloni, il consigliere regionale, on. Laura Allegrini, ed i senatori Michele Bonatesta, Presidente provinciale di Alleanza Nazionale, e Learco Saporito, parlamentare del collegio, per esaminare tutti gli aspetti legati al progetto di realizzazione di un Nuovo Centro Trasmittente Onde Medie da parte di Rai Way in località Terzolo.

“Dall’esame dei documenti di cui abbiamo potuto prendere visione – ha spiegato al termine della riunione il sen. Bonatesta – emerge chiaramente che, a tutt’oggi, l’amministrazione comunale di Blera non ha compiuto alcun atto formale per esprimere il proprio dissenso nei confronti del progetto. La mozione a suo tempo approvata dal consiglio comunale si limita infatti a dichiarare la volontà che la stessa sia formalizzata in una deliberazione, cosa mai avvenuta”.

Nel corso dell’incontro è stato stabilito che saranno i consiglieri di An a chiedere la convocazione di una seduta straordinaria del consiglio comunale di Blera, per la formalizzazione della delibera che si oppone all’antenna.

Contestualmente è stata inviata una lettera urgente, firmata dal consigliere Allegrini, all’assessore regionale all’Urbanistica, on. Luciano Ciocchetti, con la quale si chiede la sospensione del vertice, sollecitato dal Comune di Blera e convocato per domani presso l’assessorato, per l’acquisizione del parere della Regione.
“Alleanza Nazionale è fermamente contraria alla realizzazione dell’impianto, e si adopererà in tal senso, attraverso i suoi rappresentanti, ad ogni livello politico-istituzionali – ha ribadito il sen. Bonatesta – allo steso modo An chiede che tutte le forze politiche e istituzionali che hanno manifestato una uguale volontà si attivino, affinché la contrarietà non rimanga una semplice enunciazione di principio, ma si traduca in atti concreti”.

14- settembre - www.tusciaweb.it