Senza filtro -
Artigianato - Incontro della Cna con gli amministratori di Tuscania

Viterbo 17 - settembre - 2004
Sarà valutata con attenzione la proposta avanzata dalla Cna per la sistemazione della viabilità e la realizzazione delle opere di urbanizzazione nella zona artigiana in località Sassicheta, per dare una risposta alle imprese, che lavorano in una situazione di vera e propria emergenza. Questo l’impegno assunto dagli amministratori del Comune di Tuscania a conclusione dell’incontro svoltosi ieri, su richiesta dell’associazione di categoria, rappresentata da Felice Luchetti, presidente comunale, e Maurizio Mancini, responsabile provinciale dell’Area Sviluppo Impresa.

Il sindaco, Antonio Peruzzi, e l’assessore alle Attività Produttive, Gaetano Picchioni, hanno ascoltato le richieste dei dirigenti della Cna e dei dieci imprenditori operanti nell’area per gli insediamenti produttivi. “Non è ammissibile che, a sei anni dall’approvazione dello strumento urbanistico, una realtà produttiva che dovrebbe essere il fiore all’occhiello di Tuscania -hanno ribadito gli artigiani- non sia stata ancora dotata dei servizi essenziali. Mancano persino le strade. Inoltre, sta per scadere l’autorizzazione della Provincia per l’accesso temporaneo agli opifici sulla Strada Provinciale Tarquiniese. Quale soluzione si pensa di trovare -hanno chiesto- a questo stato di totale precarietà?”.

La risposta non si è fatta attendere. Sia il sindaco che l’assessore hanno recepito l’ipotesi formulata dai rappresentanti della Cna, i quali hanno indicato anche le fonti di finanziamento disponibili per le opere da eseguire.

Secondo Luchetti, “la riunione è stata importante. Mi auguro che il Comune convochi, a breve, un confronto su un progetto concreto, che fissi anche le tappe dei lavori previsti. Risolti gli aspetti relativi all’urbanizzazione, sarà decisivo lavorare -conclude il presidente della Cna di Tuscania- per la valorizzazione ed il rilancio dell’area artigiana, incentivando anche l’insediamento di altre imprese, con l’obiettivo di favorire l’innovazione del tessuto produttivo e, contemporaneamente, l’aumento di occupazione”.

17- settembre - www.tusciaweb.it