Senza filtro - Intitolato a Costantino e Marescotti Ruspoli
Corso di paracadutismo

Viterbo 21 - settembre - 2004
Sarà intitolato alle medaglie d’oro Costantino e Marescotti Ruspoli, il 18° corso di paracadutismo organizzato dalla sezione di Viterbo dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia.

I due fratelli nell’ottobre 1942 comandavano i parà della Folgore a El Alamein, nella depressione desertica di El Kattara. Erano partiti da Tarquinia con 7.500 uomini. Ne rimasero vivi 246. Colpito da un proiettile, Marescotti continuò a capeggiare la controffensiva dalla barella, fino a quando non venne ucciso. Costantino, che parlava un inglese impeccabile, concordò col nemico la resa. Ma un attimo prima di consegnare la sua pistola gridò: «I miei 53 feriti sono costretti ad arrendersi, un Ruspoli mai!», e sparò un colpo in aria col preciso scopo di farsi falciare dalle raffiche di mitragliatrice nemiche. Allora il generale Montgomery, che le regole della cavalleria le conosceva, ordinò ai suoi di mettersi sull’attenti e presentare le armi a quel manipolo di italiani laceri e sanguinanti.

È un grande onore – afferma il presedente dei paracadutisti viterbesi, Giovanni Bartoletti- dedicare il prossimo corso di paracadutismo a due valorosi “Parà”, che hanno scritto una delle pagine più epiche della nostra storia. Ci auspichiamo- continua il presidente- di trasmettere nei giovani allievi paracadutisti anche una buona dose di quei sentimenti  che tanta gloria e lustro hanno conferito alla Nostra Patria.

Il corso si terrà presso la Scuola Sottufficiali di Viterbo ed istruttori saranno il Tenente par. Lamberto Bagnaia e il  Maresciallo par. Marco Pelanda

Il corso prenderà il via dal 27 settembre e avrà una durata di circa due mesi con tre lezioni settimanali.

Per ulteriori informazioni telefonare ai numeri  0761343203 cell. 335491397



ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARACADUTISTI D'ITALIA
SEZIONE &Mac246; VITERBO

21- settembre - www.tusciaweb.it