Senza filtro - Approvato un emendamento di Laura Allegrini (An)
Le terme Inps passano totalmente al comune

Viterbo 22 - settembre - 2004
L’aula della Pisana ha approvato oggi, in sede di modifica del Regolamento, all’esame dell’aula, un emendamento del consigliere di Alleanza Nazionale, on. Laura Allegrini, sottoscritto dall’assessore Prestagiovanni, che stabilisce il trasferimento a titolo gratuito, al Comune di Viterbo, della proprietà del 50% delle Terme ex Inps, di cui è ancora titolare l’Amministrazione Regionale.

In virtù del provvedimento adottato, Palazzo dei Priori diventa proprietario al 100% dell’impianto. Il via libera all’emendamento, che pone le basi per il rilancio dello stabilimento termale sociale del capoluogo, è frutto di una riunione in Comune promossa dal presidente provinciale di Alleanza Nazionale, sen. Michele Bonatesta e sollecitata dal sindaco Giancarlo Gabbianelli, alla quale hanno partecipato, insieme al primo cittadino e all’assessore Fosca Mauri Tasciotti, l’on. Allegrini, l’assessore regionale al Patrimonio, on. Bruno Prestagiovanni e alcuni tecnici. Nel corso del confronto l’on. Allegrini ha proposto la soluzione dell’emendamento al Regolamento, la cui fattibilità è stata poi vagliata dagli uffici competenti, per chiudere una pratica che è propedeutica ad ogni progetto di sviluppo dello stabilimento.

“Ringrazio il sen. Bonatesta e l’on. Allegrini per l’impegno profuso per giungere ad una soluzione capace di aprire la strada ad una reale prospettiva di sviluppo globale del termalismo viterbese” è stato il commento del sindaco Gabbianelli.

E’ in virtù di un intervento a suo tempo promosso dal sen. Bonatesta, che è stato possibile inserire in un Decreto del ministero dell’Economia il passaggio alle Regioni degli stabilimenti ex Inps. Ed è grazie all’interessamento del sindaco Gabbianelli che ha ripreso impulso la questione del passaggio di proprietà al Comune dell’immobile.

“Do atto con grande soddisfazione all’on. Allegrini che la soluzione da lei individuata si è rivelata la più efficace. Con l’emendamento approvato oggi possiamo dire che la parte propedeutica del progetto che prevede la rinascita dello stabilimento, per la quale fortemente si è impegnata An, ad ogni livello, si è conclusa – ha sottolineato il sen. Bonatesta – ora esistono i presupposti per lo sviluppo a Viterbo di un sistema termale che preveda anche prestazioni di carattere sociale. Ruolo per il quale l’Amministrazione Comunale saprà scegliere gli indirizzi e le strategie più giuste”.

22- settembre - www.tusciaweb.it