Senza filtro - Intervento di Laura Allegrini (An)
Brucellosi, tutto risolto

Viterbo 29 - settembre - 2004
E’ stato risolto, ad un mese esatto dall’incontro sull’argomento che il consigliere regionale di Alleanza Nazionale, on. Laura Allegrini e il Presidente della Federazione provinciale del partito, sen. Michele Bonatesta avevano avuto con il sottosegretario alla Sanità, on. Cesare Cursi, il problema dei prelievi di sangue sul bestiame nell’ambito delle campagne di vaccinazione contro la brucellosi ovicaprina, i cui oneri eccessivi, anche dal punto di vista della salute degli animali, andavano a gravare sugli allevatori viterbesi.

“In virtù di una riunione da noi sollecitata presso il ministero della Salute – spiega l’on. Allegrini – è stato stabilito che essendo il Viterbese un territorio dichiarato dall’Unione Europea indenne dalla malattia, i prelievi saranno limitati al 50% dei capi e alla metà degli allevamenti presenti sul territorio, e non più estesi alla totalità degli animali e delle aziende, come è stato preteso finora dalla Regione Lazio”.

L’effetto del provvedimento è duplice, a beneficarne infatti sono sia gli allevatori che il servizio veterinario della Asl.
“Grazie al dimezzamento dei prelievi si riducono della metà anche le spese sostenute dall’Azienda sanitaria per effettuarli e si riducono consistentemente i disagi patiti dai titolari delle imprese zootecniche coinvolte” ha aggiunto la parlamentare di An.

L’intervento dei due esponenti di Alleanza Nazionale era stato sollecitato nel corso di alcune riunioni indette dal partito con gli addetti ai lavori, per concordare una strategia in grado di ridare fiato ad un settore particolarmente colpito dalla congiuntura sfavorevole.

“L’obiettivo che abbiamo raggiunto va nel senso dell’azione politica scaturita dagli incontri con gli operatori, che punta al sostegno, da parte di Alleanza Nazionale, di una delle voce più consistenti dell’economia agricola della Tuscia” ha concluso l’on. Allegrini

29- settembre - www.tusciaweb.it