Senza filtro - Rifondazione in visita ieri a Mammagialla - Ds e Margherita incontrano il direttore lunedì

Emergenza carcere anche a Viterbo


Viterbo 3 - settembre - 2004
“Anche a Viterbo si conferma lo stato di crisi del sistema penitenziario”. Lo afferma Salvatore Bonadonna, capogruppo di Rifondazione Comunista alla Regione Lazio, che questa ieri mattina ha visitato la Casa Circondariale di Viterbo “Mammagialla”. “

Il taglio dei finanziamenti e il soprannumero dei detenuti - spiega Bonadonna - non consentono di dare alcun apporto positivo al miglioramento della situazione. Già “Mammagialla” soffriva di una condizione estremamente arretrata sia sul piano della organizzazione della sicurezza e della custodia, sia riguardo ai trattamenti, anche per lo scarso interesse da parte degli enti locali, oltre che per la precarietà della direzione dell’istituto di pena. I pochi interventi finora fatti per recuperare questa situazione, purtroppo, non sono tali da far segnare un sostanziale cambiamento per questa realtà penitenziaria con pochissime opportunità di lavoro e altrettanto scarse attività formative, culturali e di socializzazione. Abbiamo avuto anche da Viterbo – continua il capogruppo del PRC - la conferma di un problema molto rilevante che riguarda la magistratura di sorveglianza che, probabilmente perché oberata dal numero di casi da trattare e per l’insufficienza di organico, ma anche per un riflesso sicuritario indotto dalla politica ministeriale, rende ulteriormente più difficile la vita di molti detenuti che non possono fruire delle agevolazioni previste dalla legge. Difficoltà che si riscontrano anche nell’accesso ai servizi sanitari. Complessivamente, il panorama che emerge dalle visite che stiamo effettuando in tutte le carceri del Lazio, rappresenta anche una denuncia della mancanza di iniziativa da parte della Regione Lazio, la cui assenza è perfino imbarazzante. Di fronte alla impraticabilità della figura del Garante per le persone sottoposte a detenzione, istituita dal Consiglio Regionale, e in attesa di norme legislative atte a sbloccare questa situazione di impasse – conclude Bonadonna - diventa assolutamente urgente istituire una commissione di vigilanza per la quale il Consiglio, all’unanimità, si è già espresso favorevolmente nel 2001”.


Lunedì Ds e Margherita visiteranno il carcere di Mammagialla

I consiglieri regionali dei Ds Loredana Mezzabotta e Giuseppe Parroncini e della Margherita Giovanni Hermanin si recheranno lunedì mattina alle 10.30 nel carcere di Viterbo per incontrare il direttore e visitare la casa circondariale stessa. I consiglieri incontreranno i giornalisti alle 12 all’esterno del carcere. “Continuiamo con Viterbo - spiegano i consiglieri - la serie di visite che abbiamo cominciato a Roma, per verificare la situazione delle carceri nel Lazio”.


3- settembre - www.tusciaweb.it