Senza Filtro -Dalla Regione, lo annuncia Laura Allegrini (An)
500 mila euro per biblioteche e strutture scientifiche

Viterbo 7 - settembre - 2004
Contributi per oltre 500mila euro sono stati stanziati dalla Regione a favore di attività e servizi culturali di biblioteche, musei e strutture scientifiche di interesse locale della provincia di Viterbo, nell’ambito del piano di programmazione 2005.

A dare la notizia è il consigliere regionale di Alleanza Nazionale, on. Laura Allegrini, che spiega: “Si tratta di risorse, la cui gestione è affidata alla Provincia, destinate alla dotazione tecnica delle strutture interessate, alla formazione del personale e all’organizzazione di eventi e manifestazioni culturali e scientifiche”.

Nel dettaglio, il provvedimento prevede 143mila euro di contributi per il funzionamento e lo sviluppo delle biblioteche, degli archivi storici, dei musei e delle strutture scientifiche degli enti locali. “Ma anche per l’organizzazione di iniziative culturali e scientifiche da questi promosse” ha aggiunto la parlamentare di An.

Per impianti, attrezzature, allestimenti, funzionamento e sviluppo di biblioteche e musei di interesse locale sono stati stanziati invece oltre 63mila euro. Alla formazione e aggiornamento del personale di tali strutture sono destinati 17mila euro, mentre per la costruzione, ampliamento, ristrutturazione e conservazioni delle sedi vanno quasi 283mila euro.

“La ripartizione dei fondi è stata stabilità in base a rigidi parametri che, tenendo conto della percentuale fissa indirizzata verso il Comune di Roma, si basano su popolazione, numero dei Comuni sul territorio, presenza di strutture beneficiarie – ha aggiunto l’esponente di An – malgrado ciò, la Tuscia ha ottenuto una consistente fetta dei finanziamenti totali previsti, a ulteriore riprova dell’inversione di tendenza che si è avuta nella ripartizione dei fondi regionali, dopo l’insediamento dell’amministrazione di centrodestra, con la provincia di Viterbo che ha assunto la dignità che le spetta, nell’ambito del territorio regionale. Uno stacco netto rispetto al passato, che si manifesta in maniera palese attraverso il concretizzarsi dei programmi elettorali con cui Alleanza Nazionale aveva chiesto a suo tempo il consenso dei cittadini” ha concluso l’on. Allegrini.

7- settembre - www.tusciaweb.it