Viterbo - Falsa la notizia di una sua presenza al tavolo di presidenza dell'assemblea del Correntone di questo pomeriggio
Il direttore di Tusciaweb
non è iscritto a nessun partito

Viterbo 8 - settembre - 2004
Forse non varrebbe neppure la pena di rettificare. Ma quando si è tirati in ballo con notizie false è difficile stare in silenzio. Ieri un giornale locale ha aperto con un articolo infarcito di imprecisioni e falsità.

La notizia riguardava le riunione della minoranza Ds, che si terrà questo pomeriggio alle 18 a Pianeta Benessere.

Alla riunione sono invitati tutti i delegati della minoranza allo scorso congresso provinciale dei Ds.

Ebbene il giornalista ha infarcito l’articolo di mille cose inesatte. Verrebbe da dire fesserie. La prima è che la riunione fosse stata convocata per incoronare Filippi candidato del Correntone alla presidenza della Provincia. Cosa del tutto non plausibile per un fatto di logica, se non altro. Indicare chiunque come candidato di una minoranza è un po’ come fare harakiri.

Non è neppure vero che in questa sede verrà presentata la mozione di minoranza. Come sa chiunque conosce un po’ di politica e di vita interna ai Ds: le mozioni vengono presentate a livello nazionale. E non locale. “Tornare a vincere” non è la mozione attuale della minoranza, ma quella del precedente congresso. Si spera che il Correntone abbia la fantasia per dare un nuovo nome alla eventuale nuova mozione. Oltretutto non si sa neppure se si andrà al congresso con mozioni contrapposte.

Ma veniamo alla falsità che ci riguarda. Alla presidenza dell’assemblea del Correntone di oggi non ci sarà Carlo Galeotti, direttore di Tusciaweb. Per la buona ragione che Galeotti non è iscritto a nessun partito, e quindi neppure ai Ds. Non è stato quindi nemmeno invitato, visto che si tratta di una riunione interna ai Ds. Insomma non solo una notizia falsa, ma neppure minimamente plausibile per chi conosca un minimo la politica viterbese.

Al giornalista consigliamo di non continuare con la tecnica di raccontare cose che non stanno né in cielo né in terra per fare un danno alla parte avversa. E poi è bene che si scelga meglio le sue fonti. Se continuerà a vedere la politica provinciale attraverso i suoi amici di Montefiascone, di qualsiasi colore essi siano, c’è pericolo che non riesca a fare neppure danno ai suoi avversari.
8- settembre - www.tusciaweb.it