:::::
   
Logo TusciaWeb Tutto low cost
Archivi | Mailing | Contatti | Primo | Provincia | Roma Nord | Lazio | Sport | Flash | Forum |Dossier | Corriere2000|
Tutto viaggi


Mortale sull'Ortana - Lo aveva scritto Marianna Boccolini sul suo profilo Facebook
Non mi piace morire, è l'ultima cosa che farò
Viterbo - 20 agosto 2010 - ore 1,40

Marianna Boccolini
Michael Cipiccia
Maria Chiara Latini
Marianna e Maria Chiara insieme
- Occhi grandi e sorriso dolce. Questa era Marianna Boccolini, una delle giovani vite spezzate mercoledì notte dall'incidente di Narni.

A dodici ore dalla tragedia, la sua mamma, la signora Marialetizia, entra nel profilo Facebook di Marianna e lascia un messaggio ai suoi amici.

Solo una cosa chiede loro: che ricordino la sua bambina, uccisa a soli diciott’anni da uno schianto sull'Ortana, che si è portato via anche i suoi amici Michael Cipiccia e Maria Chiara Latini. Anche loro troppo giovani per morire.

Marianna “Si lamenta sempre di avere pochi amici su Facebook e nella vita – scrive la madre - e l'anno scorso, in occasione della morte di un'amica di Terni ha commentato: "Se morissi io, sono certa che nessuno verrebbe al mio funerale…". Il mio angelo spesso si buttava giù così... Stupitela, amici suoi, Vi prego. Se lo merita. Firmato: una mamma che ha cessato di vivere con la sua adorata figlia”.

La risposta non si fa attendere. Una valanga di messaggi, in poche ore, riempie la bacheca di Marianna. Che, forse, sorriderebbe, se solo potesse vederli…

Le scrivono gli amici di sempre. Ma anche i tanti sconosciuti che, alla notizia dell’incidente, hanno sentito il cuore stringersi. Perché nessuno, a Narni come altrove, riesce a rassegnarsi al fatto che Marianna, Maria Chiara e Michael se ne siano andati così. A diciott’anni. In una notte d’estate. Con un’intera vita davanti.

Marianna lo aveva scritto anche su Facebook: "Non mi piace morire, è l'ultima cosa che farò". E di cose da fare, lei e i suoi amici, ne avevano tante.

Michael aveva una passione sfrenata per la caccia. Maria Chiara per la ginnastica artistica. Marianna sognava di studiare medicina. Ma l'incidente di mercoledì notte ha azzerato tutto, prendendo i quattro amici a tradimento, dopo una serata trascorsa in allegria sui go-kart, a Viterbo.

Uno schianto crudele e improvviso alle due del mattino, sull'Ortana, in località Stifone. L'Alfa 147 sulla quale viaggiavano si è scontrata prima contro un guard-rail. Poi contro un pilastro. E alla fine ha preso fuoco, con i ragazzi ancora all’interno.

Il tremendo impatto ha risparmiato solo Amedeo Trappetti, il 20enne al posto di guida, illeso. E' stato proprio lui a prestare i primi soccorsi ai suoi amici. Ma per Marianna e Maria Chiara era già troppo tardi.

L'unica speranza era che si salvasse almeno Michael, trasportato d'urgenza all'ospedale di Terni. Ma l'altra mattina, anche il suo cuore ha smesso di battere.

Dei quattro amici è rimasto solo Amedeo, ricoverato all'ospedale di Terni in stato di shock.

Il ragazzo è stato sottoposto al test dell'etilometro, per capire se, mercoledì notte, abbia guidato sotto l'effetto di alcolici. Sarà compito della magistratura accertarlo.

In ogni caso, come dichiarato dal presidente del consiglio comunale di Narni Marco Mercuri, "Non è questo il momento per guardare a colpe e responsabilità: verranno i giorni in cui saranno accertate fino all’ultimo da chi ha l’obbligo di farlo. Adesso è l’ora del dolore".


Mortale sull'Ortana - Così ha deciso il sindaco, per il giorno dei funerali dei tre ragazzi
Lutto cittadino per Marianna, Maria Chiara e Michael
Viterbo - 19 agosto 2010 - ore 12,40


Michael Cipiccia, amico delle due ragazze 18enni, è morto questa mattina, in ospedale
Salgono a tre le vittime dell'incidente sull'Ortana
Viterbo - 18 agosto 2010 - ore 12,45


Avevano trascorso la serata a Viterbo
Auto contro pilastro, muoiono due ragazze 18enni
Viterbo - 18 agosto 2010 - ore 9,45


Copyright 2010 TusciaWeb - Chi siamo

Condividi