::::: Tutto low cost  Tutto viaggi  Tutto automobili
Logo TusciaWeb
Archivi | Mailing | Contatti | Primo | Provincia | Roma Nord | Lazio | Sport | Flash | Forum |Dossier | Gallery| TwTv| Corriere2000|





Sel ricorda Luigi Daga - I funerali si svolgeranno domani nella sede dell'Avad alle 11.30 a Tarquinia - Il cordoglio della politica
Se ne è andato un punto di riferimento
Viterbo - 17 dicembre 2010 - ore 16,30

Luigi Daga
Riceviamo e pubblichiamo - I funerali di Luigi Daga si terranno domani 18 dicembre alle ore 11,30 a Tarquinia presso il centro Avad in via Porto Clementino.

Sinistra Ecologia e Libertà di Viterbo saluta il militante impegnato, il dirigente acuto e lungimirante, l’amministratore competente, lo scrittore appassionato.

Gigi lascia a tutti noi non solo un ricordo struggente ma l’esempio di una vita al servizio della sinistra e dei suoi ideali.

Mentre la politica di oggi viene caratterizzata dai tanti voltagabbana, Gigi con il suo carattere duro e contemporaneamente ombroso e schivo, ha rappresentato un impegno coerente e senza tentennamenti, pagando quando era necessario, di persona.

Gigi amava Tarquinia la città di cui era stato sindaco e proprio ultimamente pensava a nuove iniziative e a come organizzare Sinistra Ecologia e Libertà.

Ci diceva che occorreva una forte presenza della sinistra per ostacolare pericolose penetrazioni criminali e mafiose nell’area della costa. Viveva la sua malattia con consapevolezza non rinunciando all’impegno politico.

Vogliamo ricordarlo come il compagno che pur nella polemica e nel confronto duro era orientato dalla “bussola” di una collocazione solida nella sinistra. Ci stringiamo alla sua famiglia, alla moglie Carla, ai figli Giovanni e Gavina, ai compagni e alle compagne di Tarquinia che perdono una persona cara e un sicuro punto di riferimento.

Ciao Gigi non ti dimenticheremo

Sinistra Ecologia e Libertà Viterbo


Di Luigi Daga ho sempre apprezzato la determinazione con cui portava avanti le battaglie per gli ideali in cui credeva. Lontanissimo da me per posizione politica, mi ha sempre suscitato un profondo sentimento di stima per la dedizione e l’abnegazione con cui si interessava dei più deboli e dei più bisognosi.

Profondo conoscitore della realtà locale, è stato per anni protagonista di importanti battaglie politiche per lo sviluppo del suo territorio. Un avversario duro, coriaceo, a volte difficile nei modi, ma profondamente leale ed infaticabile nell’impegno.

Amo molto una frase di Ezra Pound che dice “Se un uomo non è disposto a lottare per le proprie idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui”. Mai come oggi credo questa sia la considerazione più adatta a ricordare il suo grande impegno per la Tuscia.

Esprimo sinceramente alla famiglia Daga il mio più sincero personale cordoglio e quello dell’Amministrazione Provinciale di Viterbo per la scomparsa di un uomo politico capace e legato profondamente alla sua terra.

Marcello Meroi
Presidente della Provincia di Viterbo


Luigi Daga ci ha lasciato.

Sinistra Ecologia e Libertà di Viterbo saluta il militante impegnato, il dirigente acuto e lungimirante, l’amministratore competente, lo scrittore appassionato.

Gigi lascia in tutti noi non solo un ricordo struggente ma l’esempio di una vita al servizio della Sinistra e dei suoi ideali.

Mentre la politica di oggi viene caratterizzata dai tanti voltagabbana, Gigi, col suo carattere duro, contemporaneamente ombroso e schivo, ha rappresentato un impegno coerente e senza tentennamenti pagando, quando era necessario, di persona. L’ultima volta che ci siamo visti a Tarquinia, la città che amava e di cui era stato sindaco, pensava a nuove iniziative, a come organizzare Sinistra Ecologia e Libertà.

Mi diceva che occorreva una forte presenza nostra per ostacolare, denunciandole, pericolose penetrazioni criminali e mafiose nell’area della costa.

Viveva la sua malattia con consapevolezza ma resistendo, come era nella sua indole, non rinunciando all’impegno politico, anche in questo frangente. Voglio ricordarlo come il compagno che utilizzava la polemica, il confronto duro ma con la “bussola” di una collocazione solida nella Sinistra.

Ci stringiamo affranti alla sua famiglia, alla moglie Carla, ai figli Giovanni e Gavina, ai compagni e alle compagne di Tarquinia che perdono una persona cara ed un sicuro punto di riferimento.

Ciao caro Gigi, non ti dimenticheremo.

Antonio Capaldi - Coordinatore Sinistra Ecologia e Libertà Viterbo


Il carroarmato Daga si è fermato... spero di portarmi nelle orecchie il fragore dei suo cingoli finchè sarà dato anche a me di rimanere in questa vita terribile e meravigliosa.

Ritengo di essere stato fortunato a conoscerlo. L'ultima volta che l'ho sentito era per andare in tribunale a testimoniare in suo favore quest'estate... si difendeva dall'accusa ridicola di aver percosso un reparto di celere intero, anziano, con una gamba di legno, mentre protestavamo assieme a tanti sindaci e amministratori locali contro il carbone a Civitavecchia.

Daga non aveva paura di nessuno, non aveva paura quando in Terrasanta ragazzi agitati e armati fino ai denti ci puntavano i mitra negli innumerevoli chek point, non ha avuto mai paura a dire quello che pensava e non ha avuto paura a chiamare ipocriti e mascalzoni sempre col loro nome.

Spero solo che esista un modo o un luogo per re-incontrarci.

Grazie Daga, amico, compagno infaticabile e uomo dal cuore pulito.

Addio.

Riccardo Fortuna


Abbiamo appreso con sgomento della scomparsa di Luigi Daga. Come pdl locale, ci uniamo al cordoglio, della famiglia e degli amici”.

Un uomo che ha lottato contro la sua malattia con quella stessa forza e dignità che ha sempre contraddistinto il combattivo uomo politico che la Tuscia conosceva.

Rimarrà nel ricordo di tutti per la passione e la serietà con la quale ha affrontato gli importanti incarichi rivestiti nelle file della sinistra in Regione e in Provincia, e per il suo essere capace di difendere le proprie posizioni incurante del prezzo che ciò comportava.

Annarita Camillucci, a nome di tutto il pdl di Tarquinia


Con profondo dispiacere apprendo della scomparsa di Luigi Daga.

Avevo avuto modo di conoscerlo come collega al Consiglio Regionale nella legislatura 2000 /2005 all'inizio della quale egli aveva anche ricoperto la carica di assessore.

Ci siamo trovati molto spesso avversari su tanti temi, ma ne ho sempre apprezzato la tenacia e la lealtà ed anche la capacità di dissenso e di critica all'interno del suo partito.

Porgo alla famiglia le mie sincere condoglianze.

Senatrice Laura Allegrini.


Copyright 2010 TusciaWeb - Chi siamo



Condividi

-