::::: Tutto low cost  Tutto viaggi  Tutto automobili
Logo TusciaWeb
Archivi | Mailing | Contatti | Primo | Provincia | Roma Nord | Lazio | Sport | Flash | Forum |Dossier | Gallery| TwTv| Corriere2000|





Viterbo - Meroi: "Un evento di qualità a ridosso del Natale"
Tutto pronto per i concerti di "Organa nostra"
Viterbo - 3 dicembre 2010 - ore 10,45

Marcello Meroi
- Riscoprire il piacere della musica ascoltando gli organi antichi, quegli organi a canne costruiti prima della seconda guerra mondiale.

Nella provincia di Viterbo se ne contano circa una cinquantina la maggior parte dei quali risalenti al secolo XIX, anche se non mancano esemplari del XVII secolo.

Anche quest’anno la Provincia ha concesso il patrocinio alla manifestazione culturale “Organa Nostra”, giunta alla quinta edizione, che avrà inizio domenica 5 dicembre.

Obiettivo della rassegna concertistica, che si svolge sotto la direzione artistica del maestro Luca Purchiaroni, è quello di recuperare e valorizzare il patrimonio artistico e culturale rappresentato proprio da questi organi.

Al di fuori della rassegna, ma sempre in collaborazione con gli organizzatori dell’evento, è previsto un concerto natalizio offerto direttamente dal presidente della Provincia Marcello Meroi. E’ in programma sabato 18 dicembre alle ore 19 nella Chiesa di San Pietro e sarà eseguito dal maestro Purchiaroni con l’antico organo custodito nella chiesa.

Un concerto che il presidente Meroi vuole regalare a tutti i viterbesi per far loro riscoprire la bellezza e la suggestività del repertorio sacro ispirato al Natale.

“Anche la musica è destinata a rinnovarsi nei metodi e negli strumenti di espressione dell’estro artistico – spiega Meroi –, ma il naturale avanzare del progresso e delle moderne tecnologie non deve mai significare buttare al macero il passato con le sue tradizioni e le sue massime forme espressive.

Riproporre brani di musica sacra attraverso l’utilizzo dei vecchi strumenti, in questo caso gli organi a canne, significa rendere le moderne generazioni fruitrici di melodie sconosciute e difficili da assaporare con le strumentazioni di oggi. Questo concerto, che sono lieto di offrire al pubblico, vuole regalare musica di qualità a ridosso di una festività molto sentita come il Natale. Una festività caratterizzata anche da canti tipici che, proprio tramite gli organi a canne, possono esprimere la loro massima solennità”.


Copyright 2010 TusciaWeb - Chi siamo


Condividi

-