::::: Tutto low cost  Tutto viaggi  Tutto automobili
Logo TusciaWeb
Archivi | Mailing | Contatti | Primo | Provincia | Roma Nord | Lazio | Sport | Flash | Forum |Dossier | Gallery| TwTv| Corriere2000|





Wikileaks - Le considerazioni dell'inviato Usa in Afghanistan
"Karzai debole e impacciato"
Viterbo - 3 dicembre 2010 - ore 11,15

Hamid Karzai
- "Karzai debole, impacciato e paranoico".

E' così che l'inviato Usa in Afghanistan considera il presidente Hamid Karzai, in base a quanto emerge dai nell'ultima serie di dispacci diplomatici resi pubblici da Wikileaks.

I commenti privati di Karl Eikenberry in documenti diffusi dal sito di Wikileaks potrebbero contribuire a rendere ancora più tese le relazioni con Kabul, nove anni dopo l'inizio della guerra.

Entrambi i governi finora hanno minimizzato l'impatto di precedenti documenti sui loro rapporti. Non è però chiaro se le ultime rivelazioni produrranno dei danni.

Eikenberry accuserebbe Karzai di non essere riuscito a imporre "i più rudimentali princìpi della costruzione di uno stato".

E ancora, sempre all'interno dei documenti, secondo Eikenberry non è chiaro se Karzai rinuncerà mai alla tattica del "dai la colpa all'America" che usa di fronte alle critiche avanzate nei confronti della sua amministrazione.


Copyright 2010 TusciaWeb - Chi siamo


Condividi

-