::::: Tutto low cost  Tutto viaggi  Tutto automobili
Logo TusciaWeb
Archivi | Mailing | Contatti | Primo | Provincia | Roma Nord | Lazio | Sport | Flash | Forum |Dossier | Gallery| TwTv| Corriere2000|





Francesco Battistoni a Canino e a Tuscania
Sagre dell'olio, una festa del territorio
Viterbo - 8 dicembre 2010 - ore 11,40

Francesco Battistoni alle sagre dell'olio a Tuscania e Canino
- “Una grande festa per uno dei prodotti di eccellenza del nostro territorio”.

Lo dichiara Francesco Battistoni, presidente della Commissione Agricoltura Regione Lazio in occasione, ieri, della visita nei due borghi medioevali di Canino e Tuscania per la Festa dell'Olio della Tuscia.

“La nostra Provincia – prosegue Battistoni - con più di 20mila ettari di oliveti, pari al 7% della superficie agricola provinciale e al 24% della superficie olivicola laziale, rappresenta una realtà importante in ambito nazionale, soprattutto in riferimento all'elevata qualità raggiunta.

La tradizione, la cura e la passione dei nostri imprenditori, potenziate dall'inserimento di innovazioni tecnologiche, si sono armonizzate in modo perfetto dando vita ad un connubio vincente, che vede il nostro olio extravergine apprezzato da nutrizionisti, chef ed esperti del settore”.

A Canino per i festeggiamenti del 50esimo anno della Sagra dell’Olivo, il presidente Battistoni, in compagnia dei consiglieri comunali Mauro Pucci, Costantino Costantini e Benedetto Peretti, ha partecipato ad un vero e proprio percorso gustativo, sensoriale e culturale il cui protagonista indiscusso è stato l’olio extravergine di Canino, una Dop ormai riconosciuta sia a livello nazionale che internazionale.

A Tuscania, in occasione della manifestazione ‘Assaggi e Paesaggi’, nella splendida cornice dell’ex chiesa di San Francesco, oggi parte del complesso Boscolo Etoile Accademy, degustazione dell’olio extravergine della Tuscia, l’altra DOP viterbese, in abbinamento a piatti tipici del territorio, realizzati dai ristoratori di Tuscania.

A fare gli onori di casa il sindaco Massimo Natali, la giunta comunale e Rossano Boscolo, che nella terra etrusca, tra tradizione e innovazione, ha deciso di investire e scommettere.

“Credere nel nostro olio - continua il presidente - vuol dire non solo credere in un prodotto, ma puntare su un progetto di sviluppo per l'intera Provincia, una realtà fortemente agricola in cui qualità e tipicità sono i nostri migliori strumenti di promozione e valorizzazione, leve economiche per contrastare la forte concorrenza in cui oggi deve operare il settore agroalimentare.

Iniziative come queste – conclude - risultano importanti anche per sostenere una cultura dell’olio da diffondere tramite una cosciente educazione alimentare che accompagni e formi i gusti dei consumatori”.


Copyright 2010 TusciaWeb - Chi siamo



Condividi

-