::::: Tutto low cost  Tutto viaggi  Tutto automobili
Logo TusciaWeb
Archivi | Mailing | Contatti | Primo | Provincia | Roma Nord | Lazio | Sport | Flash | Forum |Dossier | Gallery| TwTv| Corriere2000|



Sulla pista nonciclabile orgoglio e vanto dell'antica città di Viterbo
Fotografato il secondo ciclista
Viterbo - 4 ottobre 2010 - ore 2,35

Il secondo ciclista sulla pista non ciclabile di strada Bagni
- Cosa ci fa un ciclista su una pista non ciclabile? Mistero. Eppure c'è. E non è nemmeno l'unico.

In cinque giorni sono stati almeno due i cicloamatori "pizzicati" a percorrere il marciapiede di strada Bagni in sella alla due ruote. E questa volta il ciclista è stato immortaleto con una bella foto.

Dopo il primo, avvistato il 28 settembre dal capogruppo Pdl Enrico Contardo, eccotene un altro ieri mattina, beccato dal consigliere Andrea Marcosano.

L'inseguimento è scattato immediatamente. Marcosano si è lanciato dalla sua auto in corsa per cercare di agguantare il trasgressore. Che però, nel frattempo, ha percorso l'intera pista pedonabile, per poi proseguire sul ciglio della strada.

Il consigliere non ha fatto in tempo a prendere il numero della targa. In compenso, è riuscito a documentare la "folle corsa" del ciclista sulla pista nonciclabile.

Eccolo immortalato nella foto, mentre taglia il traguardo, alla fine del tracciato. Incurante del dislivello di tre centimetri e, soprattutto, del fatto che la pista non è ciclabile, ma pedonabile. Nient'altro che un marciapiede, insomma.

Il consigliere Marcosano, intanto, ha già fatto segnalazione alle autorità competenti, per cercare di risalire all'identità del trasgressore su due ruote.

"Abbiamo l'identikit del secondo cicloamatore avvistato in strada Bagni - ha detto celiando -. A breve sarà diffuso dalle forze dell'ordine. La punizione per il trasgressore, reo di aver scorazzato sul marciapiede, come se fosse una pista ciclabile, sarà esemplare. Chiunque abbia visto un uomo di mezza età, in tenuta da ciclista verde e nera con inserti rossi, può rivolgersi al Comune. La caccia all'uomo è iniziata".

Insomma Viterbo tutelerà fino alla morte la pista. Una delle poche piste "nonciclabili" al mondo di cui l'amministrazione e tutti viterbesi possono menare vanto.

Non toccate la pista nonciclabile o sono guai per tutti. Parola di Marini & c.


Copyright 2010 TusciaWeb - Chi siamo

Condividi

-