::::: Tutto low cost  Tutto viaggi  Tutto automobili
Logo TusciaWeb
Archivi | Mailing | Contatti | Primo | Provincia | Roma Nord | Lazio | Sport | Flash | Forum |Dossier | Gallery| TwTv| Corriere2000|





Taranto - Il magistrato, ora gip a Cremona, si occupò della scalata Unipol-Bnl
In fiamme la villa del giudice Forleo
Viterbo - 5 gennaio 2011 - ore 11,10

Clementina Forleo
- In fiamme la casa del giudice Clementina Forleo.

Incendio nella villa del magistrato Clementina Forleo, tra Francavilla Fontana (Brindisi) e Sava (Taranto).

La casa del giudice è stata gravemente danneggiata dal rogo divampato la notte scorsa, intorno all'una.

Ci sono volute quattro squadre dei vigili del fuoco per domare le fiamme.

Un altro incendio è stato appiccato anche nell'azienda di un imprenditore agricolto di Manduria (Taranto) che, guarda caso, sarebbe lo stesso al quale, due anni fa, era stata data in locazione la villa della Forleo.

Sui due roghi stanno indagando gli inquirenti.

Clementina Forleo, attualmente, lavora come gip a Cremona, dopo un lungo periodo trascorso come sostituto procuratore a Milano. Tra i casi più eclatanti di cui si occupò, c'era anche quello della scalata Unipol-Bnl.

La Forleo fu trasferita a Cremona d'ufficio, dopo un paio di singolari episodi che la riguardarono in prima persona.

Nel 2005, i suoi genitori morirono in un incidente stradale sulla cui dinamica il magistrato ha sempre manifestato le sue perplessità. Nel dicembre 2009, un altro incidente video coinvolto lo stesso magistrato.

L'anno scorso il prefetto di Cremona decise di toglierle la scorta.


Copyright 2010 TusciaWeb - Chi siamo



Condividi

-