:::::    
Logo TusciaWeb
Archivi | Mailing | Contatti | Primo | Provincia | Roma Nord | Lazio | Sport | Flash | Forum |Dossier | Gallery| TwTv| Corriere2000|




Tribunale - Perché incapace di intendere e di volere al momento dei fatti
Spara al vicino di casa dal balcone, assolto
Viterbo - 17 maggio 2011 - ore 13,30


L'avvocato Marco Russo
Il pm Paola Conti
L'abitazione di Dragoni
La casa di Ferrazzani
12/11/2008: Il capo della squadra mobile Fabio Zampaglione fuori dalla casa di Ferrazzani
12/11/2008: Zampaglione, il pm Paola Conti e la capo della volante Alba Milioni entrano in casa di Ferrazzani
12/11/2008: Il pm e i poliziotti lasciano la casa del medico
- Spara al vicino di casa dal balcone, assolto.

Incapace di intendere e di volere al momento del fatto. E' stato assolto per questo motivo Ferdinando Ferrazzani, medico viterbese 55enne accusato di tentato omicidio.

I fatti risalgono al tardo pomeriggio del 12 novembre 2008.

Ferrazzani iniziò a sparare con un fucile da caccia dal balcone della sua villetta, in viale Francesco Baracca.

I colpi richiamarono il suo vicino di casa, il pensionato 67enne Mario Dragoni che, affacciatosi alla finestra, fu raggiunto da due pallini all'addome, alla tempia e all'occhio sinistro, dal quale perse la vista. Ferrazzani fu arrestato e internato, per un periodo, all'ospedale psichiatrico giudiziario di Montelupo Fiorentino.

All'udienza di questa mattina, il collegio presieduto da Maurizio Pacioni (giudici a latere Michele Romano ed Eugenio Turco) ha ascoltato la relazione di Cristiana Morera, la dottoressa che ha eseguito la perizia psichiatrica su Ferrazzani per verificarne la pericolosità sociale.

Paziente modello al Cim, Ferazzani non ha mai rifiutato di sottoporsi alle cure, né di prendere farmaci. La conclusione della dottoressa è che potrebbe essere socialmente pericoloso solo se sottoposto a forte stress emotivo.

Per lui, i legali di parte civile Mario Lepore e Ginetta Bengodi e il pm Paola Conti avevano chiesto l'assoluzione, per via della sua incapacità di intendere e di volere al momento del fatto, e la libertà vigilata.

Una misura di sicurezza ritenuta non necessaria dall'avvocato difensore di Ferrazzani, Marco Russo (in sostituzione dell'avvocato Barili), secondo il quale né l'arma usata né la distanza dalla quale furono esplosi i colpi avrebbero potuto provocare la morte di Dragoni.

Alla fine, il collegio ha accolto la sua richiesta di revoca della libertà vigilata e assolto Ferrazzani, disponendo la confisca delle sue munizioni.


Sparatoria dal balcone - Alla psichiatra Cristiana Morera, che dovrà valutare la pericolosità sociale dell'imputato
Perizia su Ferrazzani, affidato l'incarico
Viterbo - 15 febbraio 2011 - ore 14,00


Tribunale - Per verificare la pericolosità sociale dell’uomo
Sparatoria dal balcone, disposta perizia sul medico
Viterbo - 22 dicembre 2010 - ore 3,20


Tribunale – La difesa chiede la revoca della reperibilità
Sei colpi di fucile contro il vicino di casa
Viterbo - 26 maggio 2010 - ore 2,00


Viterbo - Sparatoria in via Baracca
Ferrazzani trasferito allo psichiatrico di Montelupo
Viterbo - 19 novembre 2008 - ore 0,30


Viterbo - Sparatoria di via Baracca - Parla Dragoni, l'uomo rimasto ferito - Fotocronaca
"Mi sono salvato per miracolo"
Viterbo - 13 novembre 2008 - ore 3,45


Viterbo - Sparatoria in via Baracca - Medico arrestato e portato al reparto psichiatria di Belcolle
Un momento di follia
Viterbo - 12 novembre 2008 - ore 20,00


Viterbo - In via Baracca - Ferito un pensionato sessantacinquenne
Spara col fucile dalla finestra e colpisce il vicino
Viterbo - 12 novembre 2008 - ore 17,35


Copyright TusciaWeb - Chi siamo
Condividi
-