:::::    
Logo TusciaWeb
Archivi | Mailing | Contatti | Primo | Provincia | Roma Nord | Lazio | Sport | Flash | Forum |Dossier | Gallery| TwTv| Corriere2000|




Sport - Basket - La squadra porta a casa il secondo atto della semifinale
La Belli Cgt pareggia i conti
Viterbo - 19 maggio 2011 - ore 10,10


- Belli Cgt – Eurobasket: 73–46

Belli Cgt: Peroni 4, Bitetto ne, Cammillucci 10, Franzè 1, Ottaviani 4, Pigliafreddo 15, German 12, Carbone 18, Bagaglini, Farnetani 9. All. Cipriani
Eurobasket: Vaiani 9, Fanti 10, Polo 3, Fiorentino 2, Berardinelli, Giammò 2, Farina 2, Pierangelli 8, Fares, Tomasello 10. All. Briscese

Arbitri: Fornaro di Mentana (RM) e Cassiano di Roma
Note: Tiri liberi Belli Cgt 12/18, Eurobasket 17/24. Parziali primo quarto (22-17), secondo quarto (36-28), terzo quarto (60-35)


La Belli Cgt porta a casa nettamente il secondo atto della semifinale playoff nel campionato di serie C regionale, pareggiando i conti con la formazione dell’Eurobasket grazie al 73-46 maturato sul parquet del PalaMalè.

In un ambiente caldissimo la squadra di casa si affida in avvio ad un Carbone scatenato che, in poco più di due minuti, realizza ben sette punti; è lui a propiziare il 7-5 dei neroarancio che, pur dovendo fare i conti con un bonus raggiunto dopo appena tre minuti e mezzo, si mantengono avanti nel punteggio con Pigliafreddo e un bel canestro di Cammillucci che vale l’11-7.

Eurobasket risponde con Vaiani che segna dalla lunetta e dalla media distanza, consentendo al quintetto di Briscese di trovare il sorpasso sull’11-13. Pigliafreddo fa la voce grossa sotto i tabelloni e Farnetani si prende responsabilità importanti al tiro, compreso un gioco da tre punti che riporta Viterbo sul +7.

La squadra di coach Cipriani decide che è il momento di alzare l’intensità della difesa e gli effetti si vedono in avvio di seconda frazione; i romani restano a secco di canestri per oltre sei minuti mentre Viterbo, con i primi punti di German, Ottaviani e Peroni e con una bella tripla di Cammillucci, scappa via sul +15 (32-17).

Eurobasket si sblocca con Vaiani e ritrova fiducia quando Pierangelli manda a bersaglio il canestro pesante che riavvicina gli ospiti sul 32-22; coach Briscese ordina il pressing a tutto campo e si affida alla zona per recuperare, Viterbo perde qualche pallone di troppo ma riesce a gestire abbastanza bene il vantaggio acquisito, soprattutto con Cammillucci e con Pigliafreddo che, allo scadere dei 24 secondi, raggiunge quota nove punti personali per allontanare nuovamente la Belli Cgt.

Ci vogliono due liberi a nove secondi dalla fine di Fanti per cancellare la doppia cifra di vantaggio della squadra di casa che però può comunque tornare negli spogliatoi per la pausa di metà gara con indicazioni più che positive.

Il terzo periodo si trasforma ben presto in un monologo della formazione di coach Cipriani che rompe gli indugi e scappa via: in rapida sequenza arrivano una tripla di Cammillucci, sette punti consecutivi di Carbone, impreziositi anche in questo casa da un canestro dai 6,75 di elevata difficoltà, un altro sigillo di Pigliafreddo e sette punti filati del gaucho German che sancisce il +25 (58-33).

Eurobasket è alle corde e riesce a muovere il proprio referto solo con i tiri liberi di Fanti che è il primo della sua squadra a raggiungere la doppia cifra personale. Viterbo amministra bene il vantaggio costruito anche se Farnetani viene richiamato in panchina con quattro falli a carico e il pressing dei romani è costante su ogni possesso offensivo.

Peroni si fa trovare pronto a dettare i ritmi e i tempi del gioco anche in assenza del play titolare e in attacco ci pensa ancora Guido German a capitalizzare i palloni che gli arrivano con buoni movimenti in avvicinamento al canestro o con conclusioni dalla lunetta. La difesa di coach Cipriani si rivela impossibile da superare per gli ospiti e, quando i neroarancio recuperano palla da rimbalzo difensivo o grazie alla difesa, riescono anche a distendersi in contropiede.

Peroni ispira con passaggi millimetrici, Carbone è il più rapido a farsi trovare pronto nella metà campo avversaria per puntare verso il canestro e concludere. Due conclusioni in acrobazia del numero diciassette viterbese pesano come macigni sul punteggio e sul morale degli ospiti che si ritrovano sul -28 (67-39) quando mancano poco più di quattro minuti alla sirena di fine gara.

La gara finisce tra gli applausi del folto pubblico viterbese, con Cipriani che dà spazio anche a Bagaglini facendo uscire Pigliafreddo per raccogliere l’ovazione dei tifosi. Sabato si torna in campo a Roma per gara tre con in palio per chi vince un posto nella finale promozione.


Copyright TusciaWeb - Chi siamo
Condividi
-